WINE FACTORY
Otranto, 2019

La wine-factory, in terra d’Otranto, coniuga l’utilizzo della tecnologia e la reinvenzione del paesaggio rurale, facendo della salvaguardia dell’ambiente non il fine, mal’ ispirazione stessa del progetto.
Lo spazio scavato nella terra è il più adatto ad assicurare condizioni costanti di temperatura e di umidità.

La condizione ipogea incontra le necessità basilari della vinificazione, poiché presuppone un ambiente ideale per la produzione e la conservazione del vino.
La suggestione per il visitatore è di immergersi in un’atmosfera rarefatta, al di fuori del tempo, in cui la luce naturale, che filtra con inclinazioni e direzioni diverse, determina un percorso insieme simbolico e funzionale.

CREDITS

Luogo: Otranto
Cliente: Privato
Cronologia: progetto: 2019, completamento:2023
Superficie tot(mq): 5.380
Costo(€):  3.000.000 
Architetto: Toti Semerano
Collaboratori: Stefano Zanardi, Ludovica Fava,Stefano Sabato, Salvatore Musarò, Stefano Antonello, Andrea Piscopo, Iride Filoni, Giuseppe Scarabello, Simone Romaro, Gunar Thom, Mauro Aschedamini
Fotografia: Laboratorio di Architettura Semerano